Officina del Massaggio

Promozione Massaggio Anti-Stress

Massaggio prezzo promozionale

60 minuti

1 massaggio 45 euro

5 massaggi 200 euro

10 massaggi 380 euro

90 minuti

1 massaggio 60 euro

5 massaggi 260 euro

10 massaggi 500 euro

Prenota subito!

info@officinadelmassaggio.it – 3271893990

Massaggio mani e piedi

Durata 50 minuti

40€

 

Massaggio Metamerico

Durata 60 minuti

60€

Massaggio schiena-collo

Massaggio a schiena e collo

Durata 40 minuti

30€

Logo Officina del Massaggio

La cultura infermieristica rappresenta un approccio olistico alla persona. Il termine “olistico” deriva dal greco “olos” che significa tutto, intero. Infatti l’approccio infermieristico considera l’individuo come una totalità risultante dalle sue componenti biologiche, psicologiche e sociali. In questa prospettiva trova una logica collocazione il massaggio inteso come trattamento che favorisce l’integrazione tra i diversi aspetti che concorrono a creare un vero benessere del corpo e della mente, non più considerate come entità divise, ma interagenti nel raggiungimento dell’armonia psico fisica.

L’Officina del Massaggio, inserita nel contesto di uno studio infermieristico, diviene così il luogo in cui è possibile prendersi una pausa per riequilibrare le energie scompensate dallo stress fisico e psicologico a cui siamo costantemente sottoposti. Il “prendersi cura” infermieristico diviene “tocco”, vero e proprio contatto umano che avvolge e risana.

I diversi tipi di massaggio (tradizionale, decontratturante, drenante, defatigante, antistress) sono un servizio dedicato che lo studio infermieristico offre ai propri clienti e sono rivolti ad ottenere un effettivo benessere sia per l’adulto che per la persona anziana, ovviamente, in questo caso, con specifiche manualità. Svariate le problematiche che il massaggio può risolvere, dalla classica contrattura all’odiosa cellulite, ma anche l’ansia, la stanchezza cronica, l’iperemotività.

Un’arte antica di millenni, rivisitata secondo le tecniche più moderne ed efficaci per ritrovare il vigore fisico e la pace della mente.

Ma esattamente cos’è un massaggio?

E’ una relazione tra un operatore specificamente preparato ed una persona ricevente.

Questa relazione si sviluppa prevalentemente grazie al contatto fisico in quanto l’operatore utilizza il tocco delle mani per entrare in empatia con la persona massaggiata, sentire i suoi bisogni e percepire le sue necessità. Anche nel completo silenzio, un bravo massaggiatore sa, ascoltando il corpo del ricevente, identificare i punti nevralgici e comprendere le tensioni nascoste. Questa comprensione lo guida nella scelta delle manovre più adatte alla specifica situazione e del ritmo con il quale eseguirle.

L’ascolto empatico indica la strada da percorrere per raggiungere l’obiettivo di un completo benessere, sia che si stia eseguendo un massaggio decontratturante, rivolto perciò a rilassare la muscolatura, sia che si stia eseguendo un massaggio antistress in grado di riportare la psiche ad una fisiologica condizione di calma e serenità. Il massaggiatore entra in contatto con la persona massaggiata ponendo le mani sulla pelle che è il primo, ma non certo l’unico, organo che beneficia del trattamento.

Già questo primo contatto epidermico, ma non superficiale, compie il miracolo di un risveglio perchè la nostra pelle ricorda la carezza continua del liquido amniotico nei primi mesi di vita intrauterina e la dolce frizione delle pareti dell’utero nei mesi successivi, fino alla nascita. Oltre alla pelle, nel procedere del massaggio, anche muscoli, fasce connettivali, articolazioni, tendini e perfino gli organi interni si risvegliano ad una nuova energia e ritrovano una sinergia armoniosa, un nuovo modo di interagire.

Esistono controindicazioni al massaggio? Certamente.

Non si massaggiano mai le ferite, le sporgenze ossee, non si massaggia un tessuto nel quale sia presente infiammazione o infezione. Il massaggio è interdetto alle persone affette da patologie oncologiche perchè potrebbe favorire la diffusione delle metastasi. Particolare cautela deve essere usata nel caso di malattie cardiocircolatorie e diabete.

In linea di massima il massaggio, quando non specificamente terapeutico, è una pratica rivolta alle persone sane o alla parte sana delle persone malate. L’operatore deve essere sempre attento a raccogliere un’anamnesi soddisfacente per verificare se la persona che vuole ricevere un massaggio possa averne soltanto i benefici.

In questo senso la mia preparazione infermieristica mi è di fondamentale aiuto. Come ho detto all’inizio approccio infermieristico significa capacità di poggiare sulla persona uno sguardo che ne colga la globalità, quindi sia gli aspetti sani che quelli patologici. Nella logica del problem-solving, compito dell’infermiere è sempre quello di raccogliere dati e formulare una diagnosi infermieristica che gli permetterà di porre degli obiettivi e pianificarne il raggiungimento fino alla conclusione di un processo che termina con la valutazione del percorso effettuato.

Io, in quanto infermiera, applico questa prassi anche al cliente che si rivolge a me per ricevere un massaggio ed in questo modo sono certa di ottenere il massimo beneficio e garantire un elevato standard di sicurezza.